mercoledì 27 gennaio 2010

ERA MORTO PER INFARTO, SI RISVEGLIA NELLA BARA

ERA MORTO PER INFARTO, SI RISVEGLIA NELLA BARA

Un apicoltore polacco che era stato dichiarato morto e messo in una bara dopo un attacco di cuore è risultato poi ancora in vita.
Jozef Guzy, 76 anni, secondo il daily mail, ha collassato mentre lavorava a Katowice e un impresario delle pompe funebri lo ha portato via dopo che un medico lo aveva dichiarato morto.
il portavoce dei servizi regionali di Ambulanze ha detto : "il paziente non stava respirando, non aveva battito, il corpo era freddo : tutti segni di morte".

l'impresario delle pompe funebri stava praticamente per sigillare il copertio della bara quando la moglio di Jozef gli ha chiesto di riaprirla per potersi prendere l'orologio del marito per ricordo.
lui ha detto : " ho toccato l'arteria del collo e i sono reso conto che non era morto. ho controllato ancora e ho gridato :" c'è polso! ho fatto controllare a un amico il quale ha notato che l'uomo respirava ancora. dio, è stato un miracolo. ringrazio dio per non aver chiuso quel coperchio, sarebber stata una tragedia. qualcosa mi ha spinto a toccare il suo collo. sono felice che sia vivo.".
lo stesso dottore che aveva dichiarato morto Jozef è tornato confermando che l'uomo era vivo.
il morto-non morto ha poi affermato :"l'impresario mi ha salvato la vita. la prima cosa che farò quando uscirò dall'ospedale è regalargli un barattolo di miele".

4 commenti:

Kino ha detto...

OMG o_0

Anonimo ha detto...

è un ultracorpo!
marco

marco ha detto...

che brutto pensare a una cosa del genere, pensate solo che la moglie non avrebbe voluto riaprire la bare

ngiolix ha detto...

speriamo che non se ne sia pentita